De Vita: Casoria, decoro urbano e spazzamento traumatico il risveglio del 5 Settembre

De Vita: Casoria, decoro urbano e spazzamento traumatico il risveglio del 5 Settembre

De Vita: Casoria, decoro urbano e spazzamento traumatico il risveglio del 5 Settembre

Per la gran parte dei cittadini, questo Lunedì 5 Settembre segna il ritorno al lavoro. Il risveglio non è stato dei migliori dal punto di vista del decoro urbano, in particolar modo per quanto riguardo lo spazzamento delle strade.  Per chi è rimasto in città, la differenza con qualche giorno fa, risulta visibile e preoccupante.  Per un mese, fino al 3 Settembre, lo spazzamento era stato affidato ad una cooperativa di disoccupati esterna a Casoria Ambiente, “L’uomo e il legno” che per circa 20.000,00 Euro ha garantito il servizio per un intero mese vista la mancanza di personale della società Casoriambiente, con ottimi risultati. Sono bastati 2 giorni, per ritrovarsi di nuovo tra i rifiuti, 2 giorni per dimenticare quel minimo di dignità che i cittadini si erano illusi di aver trovato. Casoria ambiente è una partecipata , che costa al comune,  milioni di Euro all’anno, e che evidentemente non riesce a restituire in termini di servizio, i soldi che i cittadini e il comune elargiscono per tenerla in vita. E’ arrivato il momento di mettere mano, seriamente, in questo contenitore che crea un grosso buco nelle casse del comune, mettere mano nei conti, negli stipendi, valutare approfondendo cosa non funziona. Il destino di questa città dipende dagli investimenti che si potranno fare, e considerando il dissesto finanziario annunciato qualche mese fa, c’è bisogno di tagliare il marcio che sopravvive ormai da anni.

Condividi su

Redazione

“Cittadini per Casoria” nasce dal desiderio di risollevare una città ormai allo sbando. Gli onesti cittadini bramano che Casoria risorga dalle ceneri dello scellerato braciere che ne ha consumato avidamente le risorse.

Close